…raccontata direttamente dallo chef più maledetto, sexy e geniale di tutta la storia della cucina, colui che ha fatto piangere anche Gordon Ramsay.

Finalmente è uscita per la prima volta in Italia l’autobiografia di Marco Pierre White, il grande chef inglese la cui iconica figura è stata d’ispirazione per le tante star attuali della cucina. Marco è stato il primo, autentico precursore di tutti i celebrity chef ed è considerato come l’inventore della cucina moderna.

Rockstar dei fornelli, ribelle, geniale e spietato, Marco Pierre White ha condotto una vita tumultuosa, addirittura rifiutando ben tre stelle Michelin, grazie al suo carattere controverso e sanguigno.

In queste pagine non c’è pietà per nessuno, Gordon Ramsay, Heston Blumenthal e compagni impallidiscono davanti al carisma prepotente e indiscusso del loro folle mentore.

Pur nella sua dissacrante schiettezza The Devil in The Kitchen (Giunti, 24€) riesce ad essere un libro ostinatamente romantico e decadente anche se non mancano le critiche al vetriolo, soprattutto rivolte all’inflazionato trend contemporaneo dei personaggi televisivi col grembiule. Individui poco credibili secondo lo chef, senza nemmeno una bruciatura da forno o un taglio sulle mani. White è vero e non si vergogna di confessare l’inconfessabile e generosamente condivide la sua esperienza di vita col lettore, minimizzando il successo e marcando sbagli e fallimenti con l’umiltà di un grande maestro.

La personalità drammatica e teatrale di Marco trasuda da ogni pagina, in questa storia illuminante e di grande ispirazione. La sua granitica filosofia di vita inneggia allo spingersi all’estremo delle proprie capacità, all’amore e al rispetto per il cibo, al duro lavoro, alla tecnica ineccepibile per raggiungere la perfezione. Il tutto condito con grande esperienza e genialità.

Questo libro è come un banchetto sontuoso dedicato sia a chi ama il cibo, sia a chi è appassionato di grandi storie. 

Ippolita Douglas Scotti di Vigoleno

Ippolita Douglas Scotti di Vigoleno

Voglio condividere con voi non solo ricette e consigli, attraverso la mia esperienza di cuoca e scrittrice, ma anche la gioia di ospitare e il magico rituale quotidiano di cucinare per qualcuno che si ama, quando ogni boccone diventa un bacio d’amore. Il cibo per me non é solo un’esperienza degustativa ma anche mentale.