Simone Rugiati per Vistocucina

414
Visto Cucina - Simone Rugiati per Vistocucina

Simone descrive Rugiati in tre parole
Eclettico, vulcanico e green.

Hai un’agenda molto fitta… cosa ti manca?
Il tempo per fare tutto quello che ho in mente.

Cucini mai per gli amici?
Appena posso e con grande piacere. Amo molto farlo anche per la mia famiglia.

Il tuo lavoro condiziona la tua alimentazione?
Diciamo che oggi preferisco sempre sapere da dove viene un prodotto che decido di mettere sulla mia tavola. Sono convinto che noi siamo quello che mangiamo. Non si può più prescindere da questo concetto. Per questo credo che tutti noi, ma soprattutto chi ha dei bambini, debba fare davvero molta attenzione quando fa la spesa ed evitare il cibo spazzatura (il famoso junk food) e imparare a leggere le etichette di tutto quello che mette nel carrello. In ogni caso, io mangio un po’ di tutto, sono un curioso e un goloso. In particolare amo molto i piatti a base di pesce. Ancora meglio se l’ho pescato direttamente io. Negli ultimi sei mesi, però, sto diminuendo sempre più il consumo di proteine animali a favore di quelle vegetali. Per la mia dispensa scelgo il più possibile il Made in Italy, ovvero prodotti e frutta e verdura provenienti da agricolture biologiche e sostenibili italiane.

I tre ingredienti che prediligi nei tuoi menu?
In generale prediligo gli ingredienti che hanno dell’acidità e gli aromi naturali. Zenzero, menta e altre erbe rendono i piatti  più digeribili e anche più saporiti. In questo modo si evita di caricare troppo di sale le pietanze.

Per chi vorresti cucinare e per chi non lo faresti per nulla al mondo?
Non nego di certo di avere delle antipatie, ma me le tengo per me. Mentre sarei onorato di poter cucinare per qualcuno che mette tempo ed energie per cercare di cambiare in meglio il Pianeta. Un esempio? Elon Musk, fondatore della Tesla Motors, imprenditore all’avanguardia impegnato nella sostenibilità e nei progetti a impatto zero. È una persona che mi affascina molto. Oppure, se voglio cucinare cantando, alla mia tavola vorrei il mitico Vasco Rossi!

5 Righe per raccontarti tra presente e futuro
Sono molto soddisfatto dei risultati raggiunti: posso dire di aver spaziato in più ambiti con grandi soddisfazioni, ma essendo per natura un perfezionista desidero crescere ancora. Sto lavorando, infatti, a nuovi progetti che riguardano anche l’agricoltura biologica. Ci credo molto ed è lì che ora voglio convogliare tutte le mie energie. Preparatevi: arriveranno presto e nuove e verdi novità!

Una ricetta per i lettori:
http://www.foodloft.it/articolo/ricetta/fantasia-di-pomodori/