L’ORTO SINERGICO

187
Visto Cucina - ORTO SINERGICO

UN ORTO NEL COMPLETO RISPETTO DELLA NATURA

Coltivare personalmente le verdure da presentare in tavola, dona infinita soddisfazione, soprattutto se ciò non implica troppa fatica, rispetta la natura e non prevede l’uso di sostanze chimiche.  

Tutto ciò si può realizzare innescando un naturale processo di permacultura, in grado di far proliferare specie orticole.

Se si ha la fortuna di avere a disposizione un suolo incolto, si possono sfruttare i principi di auto rigenerazione e auto fertilità del terreno per creare un orto sinergico perfetto.

Le regole da rispettare sono semplici, è necessario considerare il terreno come un organismo, in grado di autoregolarsi, crescendo qualitativamente senza nessun intervento invasivo.

Quindi per rispettare le dinamiche naturali, non bisogna mai arare o zappare e nemmeno concimare.

Per creare un equilibrio ideale è necessario piantare almeno tre specie di piante, basandosi sui principi della consociazione degli ortaggi, sfruttando così la loro spontanea sinergia.  

È necessario  scegliere una leguminosa, come i fagioli, responsabile della fissazione dell’azoto nel terreno e fonte di micronutrienti, una liliacea come l’aglio, che ha funzioni antibatteriche ed è utile per scoraggiare i parassiti e una verdura a scelta, come una solanacea edibile, da mettere nel centro dell’orto.

Seminare fiori poi, non solo arricchisce il gradiente estetico, ma può allontanare fastidiosi parassiti, garantendo all’orto di proliferare proteggendosi da solo.

Il terreno ideale per realizzare un orto sinergico è quello allo stato naturale.

Bisogna ripartire le varie zone con dei bancali, dividendole a seconda della scelta delle piante che devono rigorosamente provenire da sementi biologiche.

È necessario proteggere gli organismi ospitati dal terreno, compresi i preziosissimi lombrichi, creando un ecosistema con pacciamature in paglia e mai diserbare per non compromettere il delicato equilibrio dell’orto.

L’irrigazione più naturale inoltre, è quella a goccia.

Dopo aver rispettato queste semplici regole basta solo aspettare che la natura faccia il suo corso, regalandoci un raccolto sano, naturale e abbondante.

Ippolita Douglas Scotti di Vigoleno

Voglio condividere con voi non solo ricette e consigli, attraverso la mia esperienza di cuoca e scrittrice, ma anche la gioia di ospitare e il magico rituale quotidiano di cucinare per qualcuno che si ama, quando ogni boccone diventa un bacio d’amore. Il cibo per me non é solo un’esperienza degustativa ma anche mentale.